Sezione di Utilità
Calendario Regionale
TORNEO DATA
1. Grand Prix Torino 2020 - 4° Torino Blitz 10-06-2020
2. 40° Rapid Città di Ciriè 14-06-2020
3. 13° Momorial Domenichelli 04-07-2020
4. Grand Prix Torino 2020 - 5° Torino Blitz 08-07-2020
5. 8° Torneo Internazionale Citta' di Omegna 07-08-2020
6. 31^ Coppa Blitz 02-09-2020
7. 10° Memorial Giorgio Costantino 05-09-2020
8. XX Festival Piemonte - memorial Bombelli 18-09-2020
9. 3° Trofeo Homo Ludens 20-09-2020
10. 11° Torneo Internazionale “Città di Biella” 25-09-2020

Emergenza coronavirus comunicato Comitato Regionale Piemonte FSI

Ai circoli, organizzatori e giocatori della rete scacchistica piemontese.

Cari amici,
l'attuale gravissima situazione emergenziale, fra le altre conseguenze, sta provocando uno stop senza precedenti (se non in periodi bellici) dell'attività scacchistica.

Il Comitato Regionale Piemonte, al pari delle altre istituzioni scacchistiche nazionali e internazionali, sta operando nei limiti del possibile per consentire agli appassionati di superare questo periodo senza abbandonare il gioco, orientandosi necessariamente, finché sarà obbligatorio per ragioni sanitarie osservare le regole del distanziamento sociale, sul gioco a distanza tramite internet.

La Federazione è ben consapevole che si tratta di una modalità di gioco che non consente tutto quello che offre il gioco a tavolino, e non soddisfa appieno la voglia di giocare e incontrarsi, e per questa ragione si sta attivando, anche nei confronti del C.O.N.I., per realizzare le condizioni (elaborando protocolli di sicurezza e studiando dispositivi anti-contagio) che consentano di ritornare quanto prima di ritrovarci nelle sale da gioco. L'attività on line rappresenta comunque un'opportunità preziosa (adesso ma anche quando sarà superato questo difficile momento) di confrontarsi e divertirsi, una modalità di gioco diversa e parallela a quella tradizionale.

Grazie alla competenza tecnica e alla grande disponibilità di alcuni componenti e collaboratori del Comitato, come sapete, sono stati organizzati tornei ed eventi a distanza, quali incontri fra rappresentative giovanili della nostra Regione e quelle di altri Comitati Regionali (Toscana, Sicilia, Lazio), con ottima partecipazione e buoni risultati, nonché selezioni preparatorie. Grazie inoltre alla collaborazione e alle capacità determinanti della società Alfierebianco il nostro Comitato Regionale ha organizzato il primo corso on line per istruttori in Italia, con una partecipazione record di circa 180 iscritti.

Le caratteristiche del gioco on line hanno però anche fatto emergere criticità spiacevoli, che il Comitato Regionale auspica vivamente che siano superate e non abbiano a ripetersi, contando a tal proposito molto anche sulla collaborazione dei circoli, delle associazioni e società, nonché delle famiglie. Si sono verificati alcuni episodi di "cheating", il sistema ha cioè individuato partite giocate da alcuni dei nostri ragazzi inficiate dall'uso di computer e data base, con conseguente necessità di intervenire sui risultati e applicazione di sanzioni agli autori di queste condotte da parte delle società di appartenenza. Il Comitato ha ricevuto dai familiari dei ragazzi coinvolti parole di scusa e di spiegazione dell'accaduto, che ha ovviamente gradito, ma si tratta di episodi che non dovranno più ripetersi, nell'interesse primario dei ragazzi, della loro formazione ed educazione, nonché della loro reputazione, episodi peraltro quasi inspiegabili, trattandosi di incontri amichevoli e votati al puro divertimento, leggibili soltanto, forse, in chiave di eccessivo spirito agonistico che nella crescita e formazione dei giovani talora si fa sentire e offusca lucidità e spirito sportivo.

E in effetti un eccesso di agonismo e animosità è qua e là emerso, essendosi verificati anche contrasti e critiche in ordine alla formazione della "squadra" piemontese e ai criteri adottati per l'attribuzione dell'ordine di scacchiera. Anche questi fenomeni sono decisamente antipatici e da prevenire e censurare senza mezzi termini: i rappresentanti delle istituzioni sportive, democraticamente eletti, individuano i soggetti delegati all'organizzazione tecnica dei singoli eventi, e questi, così investiti di mandato federale, disinteressatamente e volontaristicamente dedicano a tali compiti tempo ed energie nel puro interesse comune e con la finalità della miglior riuscita possibile degli eventi. Inevitabilmente possono scontentare qualcuno, e discrezionalmente fare scelte non da tutti condivise, ma il loro operato nello svolgimento dell'attività sportiva deve essere rispettato, evitando condotte ostruzionistiche ed ostili. Parallelamente, come è ovvio, esiste il diritto ad una pacata e urbana critica, da esercitarsi però nei tempi e modi dovuti. Questo vale ad es. per l'allenatore di una squadra di calcio come per il selezionatore di una formazione scacchistica.

Il Comitato confida dunque che quanto qui evidenziato venga compreso e accolto da tutti quale contributo a una sempre più proficua e condivisa gestione del nostro amato gioco, ricordando che sempre di gioco si tratta. I componenti del Comitato sono certi che chiunque abbia un compito, nella complessa rete organizzativa della nostra attività, nonché le famiglie e gli stessi giocatori, sapranno fare la loro parte perché il nostro rimanga il gioco più bello del mondo, come sappiamo essere, e perché ancora una volta, come tradizione, lo scacchismo piemontese possa eccellere sotto tutti i profili.
Un caro saluto e buon lavoro a tutti

Per il Comitato Regionale Piemonte FSI

Il Presidente
Marco Venturino